L’uomo Elastico

uomo elastico

La comunicazione all’interno della coppia è un fattore fondamentale per il buon andamento della stessa. Troppo spesso infatti, la mancanza di voglia e l’incapacità da parte del partner di mettersi nei panni dell’altro, genera fraintendimenti che possono portare a crisi di portata inimmaginabile.

Grazie all’aiuto fornitomi dai preziosi consigli di John Gray nel suo Gli uomini vengono da Marte – Le donne da Venere, cercherò in due articoli, il primo riguardante gli uomini, ed il secondo riguardante le donne, di rendere più chiare quali sono le peculiarità comunicative che li contraddistinguono.

La maggior parte delle donne si stupisce nell’accorgersi che un uomo, seppur innamorato, sente, ad intervalli regolari, il bisogno di allontanarsi per poi riavvicinarsi con un moto emotivo che ricorda quindi quello di un elastico che viene prima teso e poi rilasciato. Non si tratta di una decisione o di una scelta, semplicemente succede, è un fatto naturale.
Le donne solitamente tendono ad equivocare tale atteggiamento perché di norma, quando loro decidono di allontanarsi, lo fanno per ragioni molto diverse da queste. Le donne infatti solitamente si allontanano quando non si sentono capite, quando vengono ferite o deluse. Sebbene anche gli uomini possano allontanarsi per motivi analoghi, possono farlo anche quando la compagna non ha commesso nessun errore. Pur essendo innamorati e felici della loro storia con la loro compagna, ad un certo punto cominciano a tirarsi indietro, per poi riavvicinarsi spontaneamente, proprio come farebbe l’elastico di cui sopra.

Un uomo solitamente si allontana per dar spazio al proprio bisogno di indipendenza.

Non appena raggiunge il livello massimo di allontanamento, prova improvvisamente il bisogno di tornare indietro per ritrovare l’intimità che gli è tanto cara ma dalla quale sente occasionalmente ed in maniera istintiva, il bisogno di allontanarsi.
Quando questa dinamica “ ad elastico” viene correttamente compresa all’interno della coppia, il rapporto ne viene grandemente arricchito, al contrario una mancata comprensione di questo fenomeno, genera spesso problemi tanto gravi quanto superflui.

Se un uomo non trova un momento per allontanarsi, non arriverà a sentire appieno il desiderio di riavvicinarsi alla compagna. È fondamentale quindi per le donne capire che, insistendo per un intimità ininterrotta, non farà altro che impedire al loro compagno di provare di nuovo un appassionato desiderio di amore.
La mancata la comprensione di questa dinamica fa sorgere tanto nella donna quanto nell’uomo un dubbio riguardante l’intensità dell’amore provato dall’altro. Da una parte infatti la donna che non capisce che con il suo comportamento impedisce all’uomo di portare a termine la sua dinamica emotiva, impedendogli di ritrovare la passione, si da come unica spiegazione di questo fenomeno il fatto che il suo partner non la ami più. L’uomo dal canto suo, privato della possibilità di allontanarsi, non ritrova il desiderio di stare vicino alla sua compagna, e corre il rischio di convincersi di aver esaurito l’amore che la legava a lei.

Riuscire a vedere le dinamiche interiori del nostro partner, vuol dire affrontarle nel migliore dei modi, in questo caso specifico, una compagna che lasci al suo partner la possibilità di portare a termine la sua manovra ad elastico, a breve si troverà nuovamente il compagno al suo fianco e le sicurezze riguardanti il loro rapporto si faranno sempre più solide. Allo stesso tempo un uomo che si senta libero di compiere la sua oscillazione, rende le sue assenze sempre più brevi, e diventa più sicuro del proprio amore e disponibile ad impegnarsi.

La parola chiave quindi che sta alla base di tutto è CONSAPEVOLEZZA, consapevolezza del mondo interiore dell’altro, e consapevolezza del proprio. Un uomo consapevole infatti, impara a capire le scansioni del proprio ciclo e a rassicurare la sua compagna nei momenti in cui si allontana per stare un po’ con se stesso. Nei momenti di vicinanza inoltre cercherà di far sentire la sua presenza alla compagna avviando numerose conversazioni intime chiedendole di parlargli di sé. Una donna consapevole lascerà al suo compagno compiere il suo andirivieni, certa del suo ritorno. Imparerà infine ad aprirsi rendendolo partecipe dei suoi sentimenti senza pretendere che lui faccia lo stesso, ma aspettando che sia lui, ad aprirsi sempre di più.

Solo tramite la consapevolezza possiamo conoscere noi stessi e le persone che sono al nostro fianco, è solo questa incredibile risorsa infatti che ci permette di attingere a piene mani al tesoro che custodiamo dentro di noi.