Le porte della percezione

Area tematica:

introspezione

In questi due saggi di Huxley il tema fondamentale dell’indagine filosofica intorno alla natura dell’uomo e alla natura delle cose si arricchisce di nuovi ed importanti elementi conoscitivi attraverso un metodo d’indagine abbastanza insolito. E’ lo stesso autore, infatti, che riferisce di sé, del suo “sé” segreto ed altrimenti inconoscibile, avvalendosi delle amplificazioni percettive procurategli dalla mescalina, il principio attivo di una droga già nota da tempo immemorabile agli indiani del Messico. In questo stato di allucinazione, l’autore arriva a vedere una nuova essenza delle cose, in un mondo in cui le categorie di spazio e tempo non predominano più e nel quale tutto ciò che gli accade al di dentro e all’intorno è scisso da qualsiasi sensazione utilitaristica.

(Fonte: www.lafeltrinelli.it)

Su cosa ci fa riflettere?

Un classico della letteratura, ha aperto gli occhi (e le porte) di milioni di persone sul nostro modo di percepire la realtà. Se non siete tra quei milioni… buona lettura!