Terapia di Coppia

Come funziona la psicoterapia di coppia? Il terapeuta interviene nella coppia in crisi facilitando il dialogo e la visione di punti di incontro, facendo assumere a ciascuno il punto di vista dell’altro per comprendere al meglio necessità, emozioni, difficoltà.

Spesso si tende a considerare la coppia come una monade: un’entità unica e immutabile, destinata a durare nel tempo nella stessa forma in cui è venuta a crearsi.

Eppure non è così: la coppia, come i singoli individui che la compongono, è in continua crescita e cambiamento, e vive crisi in maniera quasi ciclica. Gli eventi quotidiani possono indebolirla, frammentarla, allontanarla, e per ripristinare l’equilibrio interno è necessario un processo di ricostruzione del dialogo e di ristrutturazione dei bisogni di ciascuno.

Il terapeuta può intervenire con la psicoterapia di coppia, nelle coppie in crisi facilitando il dialogo e la visione di punti di incontro, facendo assumere a ciascuno il punto di vista dell’altro per comprendere al meglio necessità, emozioni, difficoltà.

Lo stesso vale per le coppie in situazioni di stallo, incapaci di lasciarsi o di proseguire nel rapporto su nuove basi senza un aiuto esterno. Il terapeuta sistemico-relazionale può indagare, insieme alla coppia, le difficoltà relazionali di ciascun individuo all’interno dei contesti sociali e familiari, per far emergere paure, difficoltà e conflitti da elaborare e superare attingendo a risorse personali e a quelle del partner, che torna ad essere supporto attivo nella relazione.

La terapia di coppia si svolge attraverso sedute che coinvolgono i partner insieme o – se necessario – singolarmente. L’elaborazione di un conflitto personale e la consapevolezza delle proprie risorse può essere di estrema efficacia nella ricostruzione della coppia dal punto di vista fisico e affettivo-emozionale.