Respiro Circolare: che cos’è veramente il respiro

respiro circolare

Capitolo 1: Il respiro

Molto raramente siamo consapevoli del nostro respiro e del potenziale che è contenuto in esso, eppure è tramite il respiro che la nostra vita va avanti. Il nostro organismo è legato all’ambiente che lo circonda da un incessante scambio ritmico tra materia ed energia, una delle forme più importanti di scambio di materia ed energia con l’ambiente è la respirazione. Ogni volta che respiriamo scambiamo molecole di anidride carbonica che vengono espulse dal nostro corpo, con molecole di ossigeno presenti nell’aria intorno a noi. Eliminazione ad ogni espirazione, rinnovamento con ogni inspirazione.

Il principale compagno di lavoro del respiro è il cuore, che per tutta la vita non smette mai di pompare sangue ricco di ossigeno a tutto il corpo, quando l’ossigeno viene “consegnato” l’anidride carbonica viene espulsa dai polmoni tramite il processo di espirazione. Dopo l’espirazione segue un’altra inspirazione che fa ricominciare il ciclo.

In ogni attività della nostra vita il respiro è quindi costantemente presente, di solito per noi respirare è una cosa assolutamente scontata e non gli prestiamo mai nessuna attenzione, ed è questo uno degli errori fondamentali che la maggior parte delle persone compiono oggi come oggi.

Portare l’attenzione al nostro respiro infatti permette di scoprire cose di noi stessi che non avremmo mai immaginato di conoscere, tramite il lavoro con il respiro possiamo giungere a livelli di consapevolezza inaspettati.

Ci sono molti modi di lavorare con il respiro: praticare la mindfulness, meditazioni di vario tipo che lavorino con il respiro come elemento principale, il training autogeno e molte altre tecniche assolutamente interessanti ed utili per aumentare la propria consapevolezza, migliorare la propria intelligenza emotiva e combattere lo stress.

 

 

Capitolo 2 “Intelligenza emotiva e… vita” (online dal 18 settembre) >>

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva